Inversioni: "Il grande Ignoto" per ogni principiante

Ricordo ancora la sensazione incredibile che ho provato quando, dopo più di un anno di pratica, mi sono reso conto che il mio corpo poteva stare in equilibrio sulla testa... mi è sembrato un enorme passo avanti nella giusta direzione e mi ha dato la perfetta motivazione di cui avevo bisogno.

Mi ha fatto capire come il mio corpo stava cambiando con la pratica, permettendomi di fare cose che non avrei mai creduto possibili.

Le inversioni sono tra le asana più spettacolari dello yoga. Su internet, soprattutto nei social media, quando si parla di yoga, spesso si vedono diverse posture sulle mani, sugli avambracci o sulla testa.

Anche se sicuramente suscitano curiosità ed entusiasmo, sono anche le asana che possono spaventare di più il principiante yogi.

yoga-downward-facing-dogInoltre, le inversioni non sono solo verticali in equilibrio sulle mani... per definizione un'asana è invertita quando il cuore è sopra la testa.

Quindi sì!!! Anche con Adho Mukha Svanasana (il cane a testa in giù) si possono sfruttare i vantaggi delle inversioni!

E, come il cane a testa in giù, ci sono molte semplici inversioni che si possono praticare per abituarsi alle sensazioni che ci portano questo tipo di asana, aumentare la fiducia in se stessi e rimuovere la paura di stare a testa in giù.

Praticando posizioni che rafforzano il centro e la parte superiore del corpo, troverai anche la forza di affrontare le inversioni più impegnative in modo del tutto naturale.

È vero che per alcune di queste asana occorrono anni di pratica, ma visti i molti benefici che portano, vale la pena di praticarle e di padroneggiarle.

I vantaggi delle inversioni

  1. Forza: Molte inversioni rafforzano braccia, spalle e addome e ne migliorano la funzionalità.
  2. Equilibrio:  L'attenzione si concentra sul centro del corpo che sostiene il peso attraverso la colonna vertebrale, migliorando l'equilibrio e anche la stabilità in posizione eretta.
  3. Energia: posizioni attive come il cane a testa in giù, il delfino, Sirsasana (la posizione sulla testa), o qualsiasi equilibrio sulle braccia, risvegliano, fortificano il cuore e danno un senso generale di tono ed energia.
  4. Sistema circolatorio: aiuta il ritorno venoso, stimola l'afflusso di sangue al cervello e agli organi di senso.
  5. Sistema linfatico: Come per il flusso sanguigno, aiutano il drenaggio, soprattutto per la circolazione degli arti inferiori. L'effetto aumenta se le posizioni vengono mantenute per lunghi periodi di tempo e ancor di più se le gambe sono sopra il bacino.
  6. Sistema nervoso: Come tutte le posizioni attive, stimolano il sistema nervoso, risvegliano e riscaldano il corpo.
  7. Relax: Prese in maniera più passiva, o utilizzando attrezzi (blocchi, libri, sedie,...), permettono un rilassamento profondo e veloce.
  8. Concentrazione: Soprattutto quando c'è equilibrio oltre che l'inversione, favoriscono anche la concentrazione.
  9. Pulizia: Aiutano ad acquisire una nuova prospettiva. Essendo una posizione insolita del nostro corpo, ci aiutano a sviluppare nuovi sistemi di riferimento. L'effetto di essere a testa in giù ci aiuta a resettare la nostra mente, a ripulirla e aiuta a rompere gli schemi di pensiero fissi.
  10. Ego: Molte di queste posizioni, dato l'impegno che richiedono per essere padroneggiate, equilibrano l'ego e stimolano la pazienza, il coraggio e l' accettazione.
  11. Divertimento: Aiutano a coltivare la fiducia e a entrare in contatto con il senso del gioco e del divertimento. Come i bambini, anche gli adulti, una volta superate le prime paure, si divertono a stare a testa in giù. Deve essere qualcosa di ancestrale, ma quando si inizia, credimi, diventa una dipendenza!

Ascolta il tuo corpo

Si tratta spesso di posizioni difficili e impegnative ed è bene affrontarle con cautela. Molte sono da evitare se ci si sta riprendendo da un trauma alla testa o al collo.

yoga-inversionLe più intense vanno evitate e, in ogni caso, vanno eseguita senza sforzare se si ha la pressione alta.

Non dovrebbero essere fatte con fretta, ma con concentrazione ed equilibrio, esercitandosi regolarmente e rispettando i propri limiti, aumentando l'intensità gradualmente.

E, sopratutto, introdotte dopo una pratica di riscaldamento con asana per scaldare e tonificare le spalle e rafforzare il tuo centro. 

Ricorda che è utile riposare per qualche respiro dopo le inversioni più avanzate, la posizione del bambino è perfetta... e ci si sente così bene!

Certo, alcune sono posizioni instabili e c'è il rischio di cadere. Quindi, finché non ti senti sicuro, è meglio che ti eserciti vicino a un muro o con un insegnante assistendoti.

Ultimo ma non meno importante... queste asana possono facilmente indurre al confronto con gli altri. È evidente la differenza tra chi le padroneggia, e chi (come me) ha ancora bisogno di sostegno o di posizioni preparatorie; si può cadere nel disagio o, peggio ancora, esagerare nel voler fare qualcosa a tutti i costi con il rischio di farsi male.

È fondamentale focalizzare l'attenzione dentro noi stessi e rispettare i tempi del proprio corpo senza dimenticare che ciò che dà veramente risultati è una pratica paziente e regolare.

"Il tuo corpo può farlo.  È la tua mente che devi convincere".

silhouette-yoga-handstand

Lascia un commento