È una questione di pazienza

La giornata è iniziata con una leggera pratica di yoga e una doccia calda. Una mattinata passata con mia madre a godersi un delizioso pranzo. Non devo prendere un volo e lasciare questo posto. Il mio gatto che dorme vicino a me, un caffè, un po' di musica e io che faccio qualcosa che amo.... Sono una ragazza fortunata!

Nell'articolo di oggi, voglio entrare un po' più nei dettagli di una pratica dello yoga efficace.

Molto spesso, quando qualcuno inizia a praticare yoga si aspetta risultati immediati. Alcuni dei benefici possono effettivamente essere sperimentati subito ma, per la maggior parte di essi, ci vuole pratica e pazienza.

A volte, però, accade che non abbiamo il giusto approccio alla pratica, quindi i risultati si bloccano.

Ho già parlato in un articolo precedente sull'importanza di fare dello yoga un'abitudine quotidiana quindi, anche in questo caso, la pratica viene prima di tutto, ma è fondamentale essere realistici con le proprie aspettative.

Sii realista con te stesso

Quando inizi a praticare yoga potresti vedere il tuo insegnante o persone su internet che fanno asana (posizioni) molto avanzate e potresti essere portato a pensare che in breve tempo sarai in grado di fare lo stesso, ma presto capirai che queste posizioni sono molto più difficili di quanto pensi.



La verità è che queste posizioni sono il risultato di una pratica costante nel corso degli anni, quindi, quando iniziamo a fare yoga, non dobbiamo credere di poter fare subito le asana più avanzate, altrimenti sarà imminente il rischio di farsi male.



Quando pratichi, considera sempre i tuoi problemi fisici, la tua età e la tua condizione in quel preciso momento.

Puoi adattare la pratica a te stesso, così se hai un problema specifico, puoi lavorare su questo, o se sei stanco perché hai avuto una giornata pesante al lavoro, non ti sforzerai troppo, piuttosto chercherai il relax.


Se non sei realista con te stesso sarai solo deluso dalla pratica, mentre dovresti essere contento solo dei piccoli passi avanti che stai facendo.

Un grande risultato è fatto di molti piccoli miglioramenti!

Anche se non puoi esercitarti tutti i giorni, quando lo fai, fallo con tutto te stesso! Fanne sempre il massimo e non dare nulla per scontato.

A volte puoi pensare che non sarai mai in grado di fare una verticale ma, se lo farai, imparerai che puoi andare ben oltre i tuoi limiti.

Lo yoga può rimuovere delicatamente i tuoi limiti fisici e mentali ampliando drasticamente il tuo potenziale e facendo scomparire le cattive abitudini e i pensieri negativi. Ma per arrivare a questo devi fare del tuo meglio quando sei sul tuo tappetino!

Inalare pazienza

La respirazione deve essere la guida per la tua pratica. Deve essere sempre lento e profondo e non devi mai trattenere il respiro. Grazie ad esso ci si può rilassare nelle asana e penetrare profondamente negli effetti della pratica... e ricorda: sii paziente!

Sono sicuro che succede spesso anche a te: dal momento in cui ti alzi al mattino la tua giornata è come una gara. Fai una colazione veloce, poi ti ritrovi nel traffico e cerchi di essere puntuale al lavoro, in ufficio non hai nemmeno tempo per il caffè, mangi il pranzo in un boccone e continui a volare per il resto della giornata.

La nostra società, purtroppo, è costruita per metterci fretta ma, mentre pratichi lo yoga, è meglio che lasci questo atteggiamento.

Dall'inizio della pratica, ti sentirai meglio ma, come detto, i grandi miglioramenti richiedono molto tempo. È un dato di fatto! haha non opporti, accettalo e rilassati! 🙂

Devi dare al tuo corpo il tempo di reagire al tuo ritmo. Essere pazienti e non avere fretta durante la pratica è vitale. Se lavori troppo duramente per arrivare a toccare il pavimento con i palmi delle mani in Uttanasana (piegamento in avanti in piedi), per esempio, ti limiterai ad sforzare troppo i muscoli coinvolti, quindi non ci saranno miglioramenti, e il giorno dopo avrai dolori in quella zona. Storia vera!



Solo quando lascerai la fretta e sarai veramente paziente, farai grandi passi avanti!




Con amore...

Ti è piaciuto questo articolo? Lascia un commento qui sotto, scrivici, o condividi una foto della tua pratica su Instagram etichettando @create_mindfulness 

Lascia un commento